VIII Congresso regionale di Legambiente Basilicata Onlus

Petrolio, sistema rifiuti, green society e bellezza, forza dei territori e innovazione, economia civile, volontariato e partecipazione. Questi i temi dell’VIII Congresso regionale della Legambiente Basilicata Onlus “Sui binari del cambiamento, scenari e proposte per il futuro della Basilicata” che si è concluso con la nomina del nuovo presidente regionale Alessandro Ferri e della nuova direttrice Valeria Tempone che prendono il posto rispettivamente di Marco De Biasi e Antonio Lanorte, figure storiche dell’ambientalismo lucano che lasciano la guida regionale dell’associazione dopo dodici anni.

Nominato inoltre il nuovo consiglio direttivo di Legambiente Basilicata Onlus e i delegati (Marco De Biasi, Valeria Tempone, Alessandro Ferri, Daniela Pandolfo, Vittorio Rosa, Rosangela Polichiso, Nunzia Fortannascere, Rocchina Colucci, Pietro Fedeli, Laura Stabile, Maurizio Mastronardi, Maurizio Rosito, Ennio di Lorenzo, Enrico Di Giorgio, Isabella Abate, Francesco Vitelli, D’Alcantara Mario) che rappresenteranno l’associazione al decimo congresso nazionale di Legambiente che si terrà dall’11 al 13 dicembre a Milano.

“L’ambiente è al centro del cambiamento per restituire fiducia alle persone e alle comunità – afferma il neoeletto presidente di Legambiente Basilicata Onlus Alessandro Ferri – Sono tante le sfide da affrontare nella nostra regione, a cominciare dalla battaglia contro l’assalto della compagnie petrolifere in mare e in terra, per un futuro che parli di rinnovabili, di qualità dei territori, di agricoltura e turismo”

Di fronte ai profondi cambiamenti in atto è necessario che la politica prenda decisioni al passo con i tempi e adeguate alle sfide che abbiamo di fronte e sappia ascoltare la forte domanda di trasparenza, sicurezza e bellezza che arriva dai cittadini, sempre più consapevoli del valore anche economico e sociale che l’ambiente rappresenta. Il congresso è stato infatti un momento collettivo di confronto tra cittadini, associazioni, istituzioni, partiti, sindacati per capire come affrontare le sfide future, individuando obiettivi e priorità dell’organizzazione in Basilicata in un percorso che possa essere sempre più partecipato.

Oggi sappiamo come costruire un mondo diverso: come creare lavoro, abitare in città e piccoli comuni con soddisfazione e qualità, come mettere in sicurezza i cittadini e i territori, recuperare un rapporto equilibrato con la natura, produrre qualità culturale nei territori migliorando l’accesso all’istruzione e alla cultura, come costruire nuova economia.
La sfida, adesso, è riconoscere le esperienze innovative e originali che si muovono anche nella nostra regione, per il recupero e la generazione di nuova bellezza, tenendo insieme qualità ambientale e qualità sociale, innovazione e saperi antichi del territorio.

Importante inoltre è stata la partecipazione dei circoli territoriali della Legambiente, molti dei quali hanno rinnovato, durante il percorso congressuale appena concluso, le cariche sociali. Anna Longo è il nuovo presidente del Circolo Legambiente di Matera, Vittorio Rosa a Potenza, Isabella Abate in Val d’Agri, Maria Picca a Policoro e Rosangela Polichiso per il Servizio Vigilanza Ambientale Legambiente Potenza. Confermati invece Donato Grimaldi a Picerno, Enrico Di Giorgio a Lauria, Arturo Caponero a Montalbano Jonico, Carlo Collu a Castronuovo Sant’Andrea, Domenico Pisciottani a Baragiano, Mariella Sabia ad Avigliano e Giuseppe La Banca a Senise.