La Goletta verde di Legambiente arriva in Basilicata. Tappa a Maratea il 4 e 5 luglio.

La Basilicata sarà la quinta regione toccata dal tour 2016 della Goletta Verde, la storica imbarcazione di Legambiente, che anche quest’estate è partita per difendere i mari e le coste italiane. Fedele, da 30 anni, al suo lavoro di analisi della qualità delle acque, di denuncia dell’inquinamento e della scarsa e inefficiente depurazione dei reflui, delle speculazioni edilizie e della cattiva gestione delle coste italiane. Caparbia nel dedicarsi a proteggere il mare e le coste dalle illegalità di ogni sorta e valorizzare, invece, il patrimonio unico del nostro Paese. 

Il mare più bello 2016: la Guida Blu di Legambiente e Touring Club Italiano. Maratea conferma le cinque vele

Maratea conferma anche quest’anno le cinque vele di Legambiente e Touring Club Italiano che hanno presentato oggi Il mare più bello, la nuova Guida blu, il meglio del mare e dei laghi in Italia: il racconto dei luoghi che oltre a un eccezionale e riconosciuto pregio naturalistico, possono vantare una buona gestione del territorio, servizi d'eccellenza, manutenzione dei centri storici, offerta enogastronomica di alto livello e tanto altro ancora.

#Schifidaspiaggia appuntamenti lucani Spiagge e fondali puliti 2016

Un tappeto multicolore verde, bianco, azzurro e rosa di rifiuti. È quello che si trova su molte spiagge italiane, dove al posto delle conchiglie a farla da padrone sono rifiuti spiaggiati, o gettati consapevolmente, di ogni forma, genere, dimensione e colore come bottiglie, mozziconi di sigarette, calcinacci, stoviglie usa e getta, e poi tante bastoncini di plastica colorata, ciò che rimane dei cotton fioc passati dal water per arrivare in mare e sulla spiaggia. È quanto emerge dall’indagine “Beach litter” che ha monitorato 47 spiagge italiane, comprese quelle lucane in provincia di Matera: il lido di Policoro, il lido San Teodoro a Pisticci e il lido Onda Libera a Scanzano Jonico.

Rapporto nazionale ISPRA Pesticidi nelle Acque 2016: “Fondamentale rafforzare i controlli. Chiediamo alla Regione Basilicata di adottare misure specifiche per la riduzione di pesticidi pericolosi”

“È fondamentale rafforzare i controlli dotando l’Arpab di sistemi di analisi efficienti a garanzia di una rete di monitoraggio sempre più strutturata, senza dimenticare il ruolo centrale delle Regioni nell’applicazione del Piano d’azione  nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari (PAN). Al governo regionale chiediamo di adottare al più presto misure specifiche per la riduzione di presenza nell’ambiente di pesticidi pericolosi per l’ambiente  acquatico, nonché di attivare gli osservatori fitosanitari  regionali affinché diano assistenza e informazione alle aziende  agricole”.